CONSIGLI ALIMENTARI

Raccomandazioni alimentari.

Capelli sottili e d tendenti alla caduta.
• Una dieta ricca di frutta e verdura e povera di amidi può servire a rallentare la caduta dei capelli. Frutta e verdura contengono infatti flavonoidi, molti dei quali sono antiossidanti che proteggono i follicoli piliferi e stimolano la crescita dei capelli.
• E importante consumare cibi ricchi di biotina, necessaria alla salute dei capelli e della pelle. Buone fonti di biotina sono il lievito di birra, riso integrale, piselli, lenticchie, avena, soia, semi di girasole e noci.
• E’ di buona norma inserire nella propria dieta alimenti a base di soia, come fagioli di soia, il temper ed il tofu. La soia e i suoi derivati sembrano infatti inibire la formazione di diidrotestosterone, un ormone implicato nel processo di caduta dei capelli.
• Si consigli di eliminare il consumo di cibi contenenti uova crude, ricche di avidina, una proteina che si lega alla biotina e ne impedisce l’assorbimento.

Integratori e sostanze nutritive in grado di combattere le anomalie.
• Gli acidi grassi essenziali come quelli contenuti nell’ olio di semi di lino, olio di primula e olio di salmone migliorano la texture del capello, fortificando e proteggendo dalla disidratazione eccessiva. Complessi di vitamine b con niacina (b3), acido pantotenico (b5), pirixidoxina (b6): le vitamine del gruppo B sono importanti per la salute e la crescita dei capelli. La vitamina C con bioflavonoidi concorre a migliorare la circolazione sanguigna del cuoio capelluto e supporta i follicoli piliferi con la sua azione antiossidante. La vitamina E aumenta l’assorbimento d’ossigeno, facilitando la circolazione del cuoio capelluto e migliora la salute dei capelli.
• Lo zinco stimola la crescita dei capelli aumentando le difese immunitarie. Il coenzima Q10 e coenzima A migliorano la circolazione la circolazione e l’ossigenazione tissutale.

Capelli secchi, cute disidratata. Raccomandazioni
• E’ importante seguire una dieta bilanciata, che includa verdura, frutta, cereali, semi, noci e noccioline. Si consiglia di consumare proteine vegetali di qualità ed aumentare il consumo di cibi crudi.
• Si consiglia di assumere cibi ricchi di solfuri, che aiutano a mantenere la pelle giovane e idratata. Buone fonti solfuri sono: aglio, cipolla, uova e asparagi.
• I radicali liberi hanno un effetto distruttivo sulla pelle e rendono i tessuti cutanei rigidi e deboli. Per combatterne la produzione, limitare il consumo di cibi fritti, grassi animali, oli vegetali estratti a caldo, bibite gassate e zuccherate, cioccolato, patatine e snack vari.
• Sarebbe opportuno evitare il consumo diffuso di alcool e caffeina. Queste sostanze hanno un effetto diuretico e portano ad una eccessiva perdita di fluidi minerali essenziali, disidratando le cellule cutanee.
• Per non danneggiare e indebolire i capelli si consiglia di limitare l’utilizzo costante e scorretto del phon.

Integratori e sostanze nutritive in grado di combattere le anomalie
• L’olio di primula contiene acido linoleico, un acido grasso essenziale necessario per la salute della pelle. Le vitamine del gruppo B, che hanno proprietà antistress e anti-invecchiamento e la vitamina A con carotenoidi rinforza e protegge i tessuti neutralizzando i radicali liberi.
• La vitamina E contrasta la formazione dei radicali liberi, e lo zinco è necessario per il corretto funzionamento delle ghiandole sebacee.

Capelli con forfora secca e grassa. Raccomandazioni.
• E’ importante seguire una dieta con un’alta percentuale di alimenti crudi (dal 50 al 75% ), evitare i cibi fritti, latticini, zucchero raffinato, farina, cioccolato, frutta secca (noci, nocciole) e frutti di mare.
• Se si sta facendo uso di antibiotici, si consiglia di assumere un complesso vitaminico del gruppo B e fermenti lattici per ripristinare la flora batterica intestinale.
• Si raccomanda di non stimolare eccessivamente il cuoio capelluto, toccandolo o grattandolo frequentemente.
• E’ di buona norma, lavare i capelli spesso, usando prodotti a base non oleosa e massaggiando il cuoio capelluto prima di procedere al lavaggio.
• Si consiglia di alternare l’uso di uno shampoo specifico con uno per capelli normali, per ottenere maggiori benefici del trattamento,
Integratori e sostanze nutritive in grado di combattere le anomalie
• l’olio di semi di lino, l’olio di primula e di salmone contengono acidi grassi essenziali, necessari per la salute della pelle e cuoio capelluto, che aiutano ad attenuare l’infiammazione e il senso di prurito. L’alga Kelp fornisce i minerali necessari, principalmente la Iodina, per migliorare le fasi di crescita capillare e per migliorare lo stato del cuoio capelluto.
• Minerali quali il selenio, un antiossidante in grado contrastare l’eccessiva secchezza del cuoio capelluto, e lo zinco, responsabile del metabolismo proteico, sono elementi necessari per cute e capelli. La vitamina B ed i suoi complessi sono anch’essi necessari per la salute in generale come la vitamina E che migliora la circolazione.

Capelli grassi e pesanti. Raccomandazioni
• E’ importante seguire una dieta con un’alta percentuale di alimenti crudi (dal 50 al 75), evitare cioccolato, latticini, cibi fritti, zucchero raffinato, farina bianca, frutta secca (noci e noccioline) e frutti di mare.
• Si consiglia di eliminare il consumo di uova crude o di cibi che le contengono: l’albume contiene alte dosi di avidina, una proteina che si lega alla biotina e non la rende assorbibile dall’organismo.
• Se si sta facendo uso di antibiotici, si consiglia di assumere un complesso vitaminico del gruppo B e fermenti lattici per ripristinare la flora batterica intestinale.
• Si raccomanda di non stimolare eccessivamente il cuoio capelluto, toccandolo o grattandolo frequentemente.
• Si consiglia di utilizzare sempre prodotti specifici ma non aggressivi, non eccedere nella frequenza di lavaggio dei capelli, ma cercare di tenere i capelli e il cuoio capelluto puliti.
Integratori e sostanze nutritive in grado di combattere le anomalie

• Tra gli acidi grassi essenziali estratti dalla primula figura l’acido linoleico, importante per ogni tipo di anomali cutanea. Complessi di vitamine B e piridoxina (b6), poiché le vitamine del gruppo B, e la vitamina B6 in particolare, sono necessarie per il metabolismo delle proteine, essenziale per il processo di cura e riparazione. La biotina è caldamente suggerita, poiché la sua carenza è stata direttamente collegata alla seborrea.
• Lo zinco, è importante nel processo di cura in quanto aumenta le difese immunitarie, e la vitamina integrarla ad un complesso di beta-carotene e vitamina E, aumentando la capacità di ossigenazione della cute che possiede proprietà riparatrici.

Capelli bagnati sottili e con poco corpo. Raccomandazioni

• E’ importante seguire una dieta equilibrata, evitando il consumo di cibi fritti , latticini, maionese, cibi precotti e cibi fast food. E’ di buona norma bere molta acqua minerale e consumare cibi ricchi di fibre. Si consiglia di assumere cibi con abbondante manganese , un importante agente chelante, come le noci brasiliane, i piselli secchi e i cereali completi. Questi componenti neutralizzano l’azione dei metalli pesanti e dei radicali liberi.
Integratori e sostanze nutritive in grado di combattere le anomalie
• Il coenzima Q 10 aumenta l’ossigenazione tissutale ed è anche un buon antiossidante in grado di proteggere le cellule cutanee. Il coenzima A lavora in sinergia con il coenzima Q10 per concorrere all’eliminazione di sostanze tossiche dal corpo.
• La clorofilla purifica e rinnova i globuli rossi e migliora la funzionalità del sistema immunitario, mentre l’alfa alfa è utile per depurare il fegato a l’alcalinità del corpo: un ottimo chelante delle sostanze tossiche presenti nel corpo.
• Per questo inestetismo è ottimo l’utilizzo di sostanze a base di limone per contrastare l’eccessiva produzione di acido lattico misto a sebo, apportando un sollievo generale e un’ottima pulizia.

Cute sensibile e arrossata. Raccomandazioni.
• Per non creare fenomeni di sensibilizzazione evitare contatti prolungati con agenti irritanti, come prodotti chimici, polvere, esposizione solare diretta e acqua, ed utilizzare, per quanto possibile, prodotti ipoallergenici e senza profumazioni.
Integratori e sostanze nutritive in grado di combattere le anomalie
• Il polline delle api ha proprietà antiossidanti e può favorire l’attenuamento dell’irritazione e la sua guarigione. Il betaglucano è un polissaccaride che attacca gli organismi estranei del corpo, come batteri, virus e funghi. L’argento colloidale è un potente antibiotico efficace contro l’ipersensibilità cutanea e pruriti, mentre le vitamine A,C,E e il pantenolo sono in grado di migliorare lo stato di salute della pelle e della cute.