PELLE GRASSA E IMPURA

L’eccessiva produzione di sebo e le alterazioni della cheratinizzazione danno luogo alla formazione di comedoni. Queste alterazioni sono spesso accompagnate da una disidratazione accentuata e da una forte compressione del metabolismo cellulare. In queste condizioni si verifica una proliferazione batterica, che provoca la formazione di pustole.

Batteri.
Questi, sopratutto il propionibacterium acnes, giocano un ruolo fondamentale nella comparsa dell’ acne. Questi batteri formano lipasi che scompongono il sebo in acidi grassi liberi. Se questa formazione avviene in misura eccessiva, si verifica uno squilibrio di acidi grassi liberi e lipasi. Questi anno un effetto fortemente infiammatorio, perché vengono percepiti dall’epidermide come corpi estranei e irritano la parte follicolare.

Ormoni.
Una delle cause più frequenti della pelle impura e delle infiammazioni è rappresentata dagli squilibri ormonali. E ciò non avviene solo in età puberale, in concomitanza con la cosiddetta acne giovanile, ma anche in gravidanza o durante l’assunzione dei contraccettivi orali. Oggi sono comprensibilmente sempre di più le donne che assumono ormoni anche per diversi anni. Se questa assunzione di ormoni cessa, l’equilibrio ormonale viene alterato e spesso ciò provoca l’insorgenza di problemi cutanei.
Non dobbiamo dimenticare inoltre che anche gli effetti del climaterio, la cosiddetta “menopausa”, portano con se importanti alterazioni ormonali, che spesso si traducono in pelle “impura”.

Stress.
Foruncoli e pustole non sono un’esclusiva degli adolescenti, ma tendono a comparire con frequenza crescente anche dopo i 30 anni.
L’acne tardiva interessa sopratutto la popolazione femminile.
Le tensioni psicologiche e situazioni prolungate di stress, in caso di predisposizione personale fanno in modo che l’organismo produca una maggiore quantità di androgeni (ormoni maschili). Questi ormoni stimolano le ghiandole sebacee, che producono una quantità eccessiva di sebo. In questo modo si formano comedoni, che possono infiammarsi dando luogo alla formazione di pustole.
Spesso il disagio psicologico induce il soggetto a “stuzzicare” continuamente la pelle con le mai, aumentando ulteriormente infiammazioni e infezioni.

Ereditarietà.
L’ereditarietà riveste un ruolo importante nella determinazione delle dimensioni e dell’attività delle ghiandole sebacee. Se i genitori hanno sofferto di acne, è probabile che i figli abbiano ereditato questa caratteristica. Alla comparsa dei primi comedoni bisognerebbe ricorrere ad un trattamento specifico.

IMIEICAPELLI.COM